Isola, il sindaco Bruno: provo amarezza e sdegno

Bruno Gianluca
Gianluca Bruno

“Mi sento vicino alla famiglia del giovane Maycol per quanto accaduto ieri sera. Provo tanta amarezza e sdegno in quanto episodi futili del genere finiscono tragicamente”. E’ quanto dichiara il sindaco di Isola Capo Rizzuto Gianluca Bruno sul suo profilo Facebook, riguardo all’omicidio di un quindicenne avvenuto ieri sera nel comune crotonese.

Il primo cittadino di Isola dichiara nel ‘post’ su Facebook che il suo “non è un ‘Paese che fa schifo’ o un ‘territorio che non cambia’”, ma afferma che “bisogna fare tutti mea culpa per quanto accaduto”. Poi ammonisce a non pensare che l’episodio “non riguardando direttamente noi, possiamo stare tranquilli”.

“La degenerazione su quanto stiamo assistendo – continua il sindaco Bruno – sta nel fatto che si è perso il dialogo nelle famiglie, si è smarrito ‘lo stare insieme e socializzare’, si è perso il senso di appartenenza ad una comunità, essere di Isola Capo Rizzuto!”. Il primo cittadino perciò lancia un appello: “Mettiamoci assieme per evitare che episodi del genere possano ripetersi in futuro. Serve il senso di appartenenza ad un territorio, il dovere civico di progredire per lasciare un futuro migliore a chi vivrà dopo di noi”.