Latitante per stalking trovato dopo un mese a Isola: era nascosto sull’armadio (Video)

CROTONE – Lo hanno trovato dopo un mese di ricerche nascosto sull’armadio di casa. E’ finita così – come si vede nel video – la latitanza di Maurizio Pugliese, 53 anni pregiudicato di Isola Capo Rizzuto, contro il quale il 18 maggio scorso era stata emessa una misura di custodia cautelare in carcere per stalking. L’uomo, però, si era reso irreperibile quando i poliziotti della Squadra Volanti erano andati ad eseguire la misura.

La misura era stata chiesta dalla Repubblica di Crotone e concessa dal gip in seguito ad una serie di intimidazioni che Pugliese – sposato e con due figli – aveva fatto nei confronti di una ragazza di Crotone di 28 anni conosciuta agli inizi del 2018, in quanto amico del padre, e della quale si era invaghito maturando nei suoi confronti una specie di ossessione che l’aveva portato, in diverse circostanze, ad assumere comportamenti persecutori (pedinamenti, violenze verbali, minacce tramite profili facebook). L’ultima intimidazione, come si vede nel video, era avvenuta a maggio quando Pugliese era arrivato ad appiccare un incendio presso l’abitazione della donna avvalendosi anche della complicità della figlia che gli faceva da palo. In seguito a questa intimidazione la ragazza aveva deciso di denunciare Pugliese. Considerati gli episodi denunciati ed una serie di precedenti specifici di Pugliese (tra cui anche violenza sessuale, maltrattamenti, riduzione in schiavitù, sequestro di persona) la squadra Volante aveva chiesto ed ottenuto la misura cautelare in carcere alla quale, però, l’uomo era sfuggito.

E’ toccato alla Squadra Mobile, dunque, andare in cerca del latitante. Dopo una serie di tentativi di rintraccio non andati a buon fine, Pugliese è stato trovato nel pomeriggio del 26 giugno nascosto sull’armadio all’interno della sua abitazione dove si era nascosto con la complicità dei parenti. L’uomo attualmente si trova presso il carcere di Crotone a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.