Le Castella, recinta abusivamente banchina del porto turistico: denunciato

CROTONE – Aveva recintato abusivamente un’area di 180 metri quadrati su una banchina del porto turistico di Le Castella, nel crotonese, per svolgervi attività di alaggio, varo, manutenzione e pulizia carene di piccole imbarcazioni. Per questa ragion i militari della Capitaneria di porto di Crotone hanno denunciato all’autorità giudiziaria un uomo del posto che, sebbene fosse legittimato a lavorare all’interno del porto, non possedeva le necessarie autorizzazioni per occupare quella superficie demaniale. Il tutto aggravato dal fatto che l’area illecitamente occupata ricade sulla banchina consegnata all’Area marina protetta di Capo Rizzuto e destinata, tra l’altro, all’ormeggio delle unità navali delle forze di polizia.

E’ questo – rende noto la Capitaneria di porto – solo l’ultimo di una lunga serie di attività di polizia che ha portato, tra l’altro, al sequestro di porzioni di lido, attrezzature balneari e chioschi bar posizionati sull’arenile a pregiudizio della libera fruizione da parte della collettività.