Le spoglie del vescovo Agostino tumulate nel Duomo

ritorno mons agostino1Le spoglie mortali di Monsignor Giuseppe Agostino, primo arcivescovo della Diocesi di Crotone Santa Severina, sono giunte questa mattina a Crotone per essere tumulate nella cappella del Crocifisso del Duomo. Le spoglie provenivano da Cosenza dove monsignor Agostino era morto lo scorso anno dopo aver guidato anche quella Diocesi.
Le spoglie, accompagnate dal vescovo di Cosenza Mons. Salvatore Nunnari, sono state accolte dal Vescovo monsignor Domenico Graziani, dal sindaco Peppino Vallone, dal prefetto Vincenzo De Vivo, dal questore Luigi Botte, dal comandante dei Carabinieri
Francesco Iacono, dal Comandante della Guardia di Finanza Teodosio Marmo, dal comandante della Capitaneria di Porto Antonio Ranieri, dal presidente del Tribunale Maria Luisa Mingrone, dal presidente del Consiglio Comunale Arturo Crugliano Pantisano.
Il corteo si è snodato attraverso via Vittorio Veneto, piazza Pitagora per arrivare in piazza Duomo dove sul sagrato della basilica c’è stata la benedizione del feretro ed il saluto del sindaco.
“Non era nato a Crotone ma questa è la sua città” ha detto Vallone che ha ricordato la sua forte vocazione ad interessarsi dei problemi della gente. “Una volta dichiarò che se non avesse fatto il prete, per l’amore che aveva per la musica, probabilmente sarebbe diventato musicista. Il suo desiderio lo ha comunque realizzato: è stato un grande direttore d’orchestra. Ha saputo armonizzare i cuori e le coscienze della gente grazie alla sua opera che ha lasciato una profonda traccia”.
La liturgia eucaristica è stata presieduta dall’arcivescovo Graziani che, nell’omelia, ha ricordato come Agostino abbia “intessuto a Crotone relazioni di vita e di grazia profondi che non mancheranno, anche ora ed in futuro, di dare frutti profondi a questo popolo che monsignor Agostino ha fortemente amato”. Un grazie a Crotone è stato dato dal fratello di
monsignor Agostino. Nel corso della liturgia, il coro ha intonato anche una Ave Maria composta da Agostino. Alla fine della cerimonia, le spoglie mortali sono state collocate nell’urna ricavata nella cappella del Crocifisso dove i crotonesi hanno iniziato ad omaggiarlo. Don Ezio Limina, rettore della Basilica minore, ha annunciato dal 30 marzo, e per tre giorni, la Diocesi ospiterà un convegno sulla figura di monsignor Agostino.