L’Esaro continua a gonfiarsi, evacuate famiglie anche a Margherita

CROTONE – Continua a gonfiarsi il corso dell’Esaro che per fortuna non ha ancora rotto gli argini. Così confermano dal Centro coordinamento soccorsi riunito in prefettura a Crotone. Il fiume, la cui esondazione nel 1996 provocò sei morti, però preoccupa tanto e per questo si stanno mettendo in sicurezza tutte le persone che abitano nelle cosiddette aree R4 quelle a più alto rischio idrogeologico. Sono state evacuate famiglie sia dalel zone nei pressi del fiume che da Margherita dove i canali sono esondati.
Le famiglie che sono state messe in sicurezza dopo il primo punto di raccolta presso il Palamilone saranno ospitate presso l’Hotel Casarossa dove avranno assistenza e pasti.