ll commiato del Prefetto: a Crotone 16 mesi di lavoro intenso

PAPANICE – “Questi sedici mesi a Crotone sono stati un’esperienza che mi hanno arricchita”. In questo modo il prefetto Cosima Di Stani ha salutato autorità e cittadini di Crotone che lascerà da lunedì per andare a guidare l’Ufficio territoriale del governo di Caltanissetta. Il commiato del prefetto Di Stani è avvenuto nel corso del concerto di Natale eseguito, nel cotile dell’Istituto comprensivo di Papanice, dalla fanfara del I Reggimento dei bersaglieri di Cosenza dalla stessa Prefettura a Papanice, popolosa frazione di Crotone,
Una scelta non casuale quella di Papanice dove le istituzioni stanno riguadagnando terreno alle cosche che fino a poco tempo fa dominavano nella zona. “La scelta do organizzare qui il concerto – ha detto il prefetto -è un desiderio condiviso con il sindaco come piccolo gesto che serve ad unire il territorio alle istituzioni”.
“Da lunedì – ha proseguito – lascerò la prefettura di Crotone dove ho svolto 16 mesi di lavoro intenso in una realtà ricca di risorse con un associazionismo ricco ed attento nella solidarietà. Abbiamo lavorato sulla responsabilità istituzionale in una collaborazione con il sistema delle autonomie locali. C’è stata sintonia con tutte le autorità della provincia nell’obiettivo comune di servire la comunità. C’è stata grande intesa con la magistratura per l’appoggio sempre offerto  per gestire le situazioni delicate. Nel mio mandato – ha sottolineato il prefetto Di Stani – ho cercato di sensibilizzare i sindaci sulle intese per legalità e in tanti mi hanno seguito. Dai sindaci ho ricevuto tanta collaborazione nel corso degli eventi legali a calamità naturali. E’ stata una esperienza che mi ha arricchita. Lascio Crotone, ma non voglio lasciare l’affetto che i calabresi negli ultimi quattro anni (il prefetto di Stani era stata a Reggio Calabria) mi hanno testimoniato”.
Nel corso del concerto il prefetto Cosima Di Stani ha anche consegnato le onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana a due ex carabinieri : Fioravante Scerbo e Gennaro Scicchitano.
Il Prefetto ha ricevuto dalla comunità di Papanice, rappresentata dal parroco don Pasquale Aceto, una targa ricordo ed un cesto di prodotti locali che ha devoluto poi in beneficenza.