L’Unicef ringrazia i migranti del Cara di Crotone per la creazione delle Pigotte

Consegna doni Unicef

Profumi per il corpo e ricariche telefoniche sono stati donati dall’Unicef ai migranti del Regional hub di Sant’Anna, quale premio per aver aderito al progetto “Cara pigotta”, realizzato la scorsa estate.
Martedì 13 novembre, il comitato Unicef di Crotone, rappresentato dalla presidente Maria Francesca Puccio, ha consegnato i doni ai 21 migranti del Centro che nei mesi scorsi si sono prodigati nella realizzazione delle pigotte: le caratteristiche bambole di pezza fatte a mano, sinonimo di beneficienza verso i bambini poveri. Un progetto, quello della scorsa estate, che ha riscosso un notevole successo: il ricavato della vendita delle pigotte ha infatti consentito di acquistare ben 120 kit “salvavita”, distribuiti ai bambini delle zone più povere del mondo. Ciascuno di questi kit contiene medicinali per la salute materna e infantile, vaccini contro le principali malattie killer, zanzariere che proteggono dalla malaria.
“È stato doveroso da parte nostra – ha detto il presidente Unicef di Crotone, Maria Francesca Puccio – ringraziare i migranti per il prezioso lavoro svolto e per la sensibilità dimostrata verso chi è in difficoltà. Per questo abbiamo voluto donare loro, ciò che essi stessi hanno richiesto: le donne hanno espresso il desiderio di ricevere dei profumi per il corpo, mentre gli uomini hanno richiesto delle ricariche telefoniche”. “L’aspetto più bello di questo progetto – ha proseguito – sta nel fatto che i migranti del Cara, grazie alla loro dedizione, hanno potuto portare un aiuto concreto verso i connazionali residenti nei loro paesi d’origine”.
La consegna dei premi ai migranti del centro è avvenuta martedì 13 novembre all’interno del laboratorio “Al manara” alla presenza del direttore della struttura, Vitaliano Fulciniti, dei dipendenti del Centro e del presidente del comitato Unicef di Crotone. Hanno beneficiato dei doni 21 migranti del Centro, di cui 16 donne e 5 uomini, provenienti prevalentemente dai paesi centroafricani.
A margine della consegna dei premi, è stato infine annunciato dal direttore del Centro che il progetto “Cara pigotta” è tutt’altro che concluso, ma vedrà un secondo step che culminerà durante le festività natalizie. “Considerata la nobile finalità dell’iniziativa – ha rivelato il direttore del Centro, Vitaliano Fulciniti – vogliamo dare continuità a questo progetto ed insieme all’Unicef di Crotone abbiamo deciso di realizzare anche le pigotte natalizie, la cui produzione vedrà nuovamente coinvolti i nostri i migranti”.