Madonna di Capocolonna, Affidato restituisce la luce alla cornice del quadro

E’ apparsa splendente più del solito la Madonna di Capocolonna che nel pomeriggio del 30 aprile ha accolto i fedeli nella sua chiesa. Come accade in occasione del settennale, infatti, si è celebrato l’emozionante rito dell’apertura della porta santa in quanto mese giubilare. In una piazza colma di fedeli, dopo i tre colpi di martello del vescovo Domenico Graziani, si sono aperte le porte della basilica di Crotone dietro alle quali c’era il quadro della Madonna di Capocolonna.

E’ iniziato così il mese mariano che condurrà alla festa prevista per la terza domenica di maggio quando la sacra icona andrà in pellegrinaggio verso il santuario di Capocolonna dove la tela venne ritrovata 500 anni fa., Anche in occasione di questo speciale anniversario il Capitolo Cattedrale di Crotone ha incaricato il maestro orafo Michele Affidato di riportare a nuova luce la cornice che custodisce la preziosa tela della Madonna.

La cornice era stata restaurata diversi anni fa a Napoli, ma nel tempo si era molto ossidata, evidenziando diverse macchie sulla superficie. Affidato è intervenuto con i suoi collaboratori, eliminando tutte le parti interessate dalle ossidazioni che avevano reso opaca la cornice. Attraverso trattamenti particolari l’argento è stato riportato alla sua originaria naturalezza. Dopo varie operazioni di pulitura, si è proceduto all’applicazione, in alcune parti, della brunitura, al fine di evidenziare la lavorazione di rilievo della cornice. Infine, è stato effettuato il fissaggio di due nuove barre angolari, realizzate in argento, per rinforzare la cornice negli angoli bassi. Il lavoro è stato eseguito sotto la supervisione del Rettore della Basilica Cattedrale Don Serafino Parisi, del Rettore del Santuario di Capocolonna Don Bernardino Mongelluzzi e del Presidente del Capitolo Cattedrale di Crotone Mons. Pancrazio Limina. L’orafo crotonese non è nuovo a questi interventi, come si ricorda infatti nel 2013 aveva restaurato il Quadricello della Madonna di Capocolonna.

“Vivere da fedele il 500° anniversario del ritrovamento della tela della B.V. Maria di Capocolonna – commenta Affidato – è veramente straordinario, avere poi la possibilità di lavorare per la Madonna e sentirmi parte di questo evento storico non solo mi emoziona, ma mi rende consapevole di aver contribuito alla conservazione di un’opera che rappresenta la storia della nostra città. Un lavoro, questo, che abbiamo fatto gratuitamente come segno di devozione verso la Vergine di Capocolonna e come omaggio al popolo crotonese, da sempre devoto alla Madonna”.

In occasione del 500° anniversario del ritrovamento della tela, inoltre, Affidato ha realizzato unMedaglia commemorativa e tre vasi in argento destinati a contenere gli “Oli sacri” che il prossimo 12 maggio saranno benedetti presso la Cattedrale di Crotone dal Cardinale Edoardo Menichelli. Inoltre Affidato ha in corso la realizzazione di una nuova cornice che custodirà una copia originale dell’icona della Madonna di Czestochowa, dono della chiesa Polacca alla chiesa crotonese, che il 17 maggio sarà posizionata proprio all’interno della Basilica Cattedrale di Crotone.