Martedì in Consiglio regionale associazioni e sindacati per sostenere l’aeroporto

DSC_0849Hanno già inviato al governatore della Calabria Mario Oliverio la richiesta di convocare con  urgenza un tavolo tecnico con i deputati calabresi, consiglieri regionali e presidente della Provincia per individuare una soluzione che impedisca la morte definitiva dell’aeroporto Sant’Anna. Ora, su iniziativa del presidente di Confindustria Crotone Michele Lucente, le stesse associazioni (Confcommercio, Confindustria, Ance, Casartigiani, Cna, Confagricoltura, Cia, Coldiretti, Consulta dei professionisti, Lega cooperative e Confesercenti) oltre alle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, hanno deciso di partecipare alla riunione del Consiglio regionale convocata per martedì prossimo, 21 aprile, e  di chiedere al presidente Oliverio di essere ricevuti per discutere la vicenda aeroporto.

Tra i punti all’ordine del giorno del Consiglio regionale, peraltro, c’è la mozione presentata dalla consigliera Flora Sculco che sollecita l’approvazione della delibera con al quale la giunta regionale ha stabilito di ripianare le perdite dello scalo crotonese stanziando una somma di circa 700 mila euro.

Risorse che, unite a quelle che dovrebbero versare i soci in virtù dell’aumento di capitale deliberato lo scorso 17 marzo e alla quota di royalties che i comuni si sono impegnati a versare, rappresenterebbero una boccata d’ossigeno vitale per le casse della società di gestione cui il Tribunale, dopo averne dichiarato il fallimento, ha comunque concesso l’esercizio provvisorio a patto, appunto, che ci siano risorse sufficienti per proseguire l’attività e non interrompere subito i voli.

Nella serata di domani è previsto un incontro, presso la sede di Confcommercio Crotone, tra i rappresentanti delle associazioni e dei sindacati, per stabilire le modalità di intervento alla seduta del Consiglio regionale del giorno dopo.