Medici di famiglia: Iss prepari un piano per eventuale nuova ondata

ROMA – “L’Iss prepari da subito un piano contro un’eventuale nuova ondata di Sars-CoV2”. Così all’Ansa il segretario nazionale della Federazione dei medici di medicina generale (Fimmg) Silvestro Scotti. Che lancia anche la proposta di far partire da subito per le persone a rischio e i cronici la vaccinazione anti-pneumococcica (si può fare in qualsiasi periodo dell’anno e dà immunità permanente) per evitare che all’arrivo dell’autunno si presentino tutte insieme le sindromi da raffreddamento che in presenza di Pneumococco arrivano fino alle polmoniti, l’influenza stagionale e l’epidemia da Covid.

“È un ragionamento che va fatto subito – spiega Scotti – non possiamo aspettare che in novembre i centri vaccinali e gli ambulatori dei medici di famiglia vengano presi d’assalto. Con in più i tempi lunghi delle sale d’attesa dove può aspettare una sola persona per volta”. Non solo: “Pensiamo ad un asintomatico che prende un raffreddore, la forza di uno starnuto proietta le goccioline anche oltre tre metri. Questo fa capire che la vaccinazione contro lo Pneumococco e contro l’influenza sono fondamentali anche per il contenimento del Coronavirus”.



In questo articolo: