Migranti, l’Unhcr elogia Torre Melissa: “Restituito senso umanità”

unhcr torre melissa

CROTONE – L’Unhcr, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, “elogia la comunità di Torre Melissa per aver soccorso un gruppo di rifugiati, 48 dei quali provenienti dal Kurdistan iracheno”, la cui imbarcazione si era incagliata davanti alla costa crotonese.

“In un momento in cui la logica della politica spesso prevale – scrive l’agenzia dell’Onu in un comunicato – sulla responsabilità verso il prossimo, la solidarietà e lo spirito di accoglienza dimostrate dal sindaco, dalle forze dell’ordine e da molti privati cittadini restituiscono il dovuto senso di umanità”.

L’Unhcr esprime dolore per la persona che risulterebbe ancora dispersa: “L’episodio evidenzia ancora una volta la pericolosità dei viaggi che i rifugiati intraprendono per cercare protezione da persecuzioni, guerre e violazioni dei diritti umani. L’Iraq – ricorda l’Unhcr – è uno dei Paesi con il più alto numero di persone in fuga al mondo, con quasi 7 milioni che necessitano di assistenza umanitaria”.



In questo articolo: