Musica contro le le mafie, domenica la finale davanti a don Ciotti

COSENZA – Giunge all’epilogo l’11ma edizione del premio Musica contro le mafie. Domenica 20 dicembre sono in programma le finali Live from Everywhere. Scenario il teatro Alfonso Rendano di Cosenza. I dieci finalisti sono Davide Ambrogio con A San Michele; Cobram con Rivoluzione; Emanuele Conte con Ridono; Lucio Leoni con Francesca; Joseph Foll con Sbadiglio; Daniele De Gregori con Prima gli Italiani; Donix con Siriana; Marte con Fiesta; De Almeida con Rosalia; Alessandra Chiarello con My Gun is my voice.

Un momento importante delle fasi finali sarà vissuto con don Luigi Ciotti, fondatore e presidente di Libera, presidente onorario di ‘Musica contro le mafie’. La diretta streaming, oltre che dalla pagina Facebook ufficiale di ‘Musica contro le mafie’, sarà visibile in cross posting attraverso le piattaforme social dei partner: dall’associazione Libera a Casa Sanremo, a Tuttorock, a Rockit: un network da oltre un milione e mezzo di followers. L’iniziativa gode anche del supporto di Radio Popolare Network.

I finalisti – selezionati tra oltre settecento iscritti – oltre ad essere valutati dai giudici on streaming in studio, saranno votati da una giuria social, una commissione artistica interna all’associazione e da una giuria Generation Z, una novità assoluta che avrà il compito di dare un’ulteriore punto di vista critico in quanto formata da giovanissime musiciste: Giovanna Camastra (semifinalista Sanremo Young), Noemi Bruno (premio critica ‘Mia Martini’, finalista Musicultura), Bianca Provenzano (finalista All Togheter Now, Next Generation 2019), Giulia Aloia (premio Gianni Ravera, dal 2019 negli Usa con Royal Caribbean come broadway performer e lead vocalist).