‘Ndrangheta, autobomba: giovane rischia di perdere una gamba

tiriolo, carabinieri, catanzaro

Attentato in stile mafioso a Savini di Sorianello, nelle Preserre vibonesi. Un giovane di 28 anni del posto e’ stato investito dall’esplosione di un ordigno esplosivo collocato sotto l’automobile. Lo scoppio e’ stato provocato dal meccanismo d’accensione della sua Opel Astra che stava per mettere in moto. Trasportato d’urgenza in elisoccorso all’ospedale di Catanzaro, il giovane rischia, secondo quanto si apprende, di perdere una gamba. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della compagnia di Serra San Bruno.

L’attentato viene inquadrato dagli investigatori nella faida che da anni interessa le Preserre vibonesi. Una vera e propria guerra che vede su un fronte i Loielo di Gerocarne, sull’altro gli Emanuele di Sorianello, un tempo alleati. La faida è scoppiata nel 2002. Dal 2013 almeno otto omicidi e quattro tentati omicidi.