Nicola: nessun ostruzionismo, quel pallone dovevano restituirlo

La mancata restituzione del pallone sull’azione del gol del pareggio di Fernandes è l’argomento principale della conferenza stampa nel post gara di Crotone-Sampdoria. “Da quello che mi hanno detto i miei calciatori – ha detto Marco Giampaolo, tecnico dei liguri – c’erano state altre dinamiche di azione con infortuni e gioco fermo che lasciavano pensare ad un ostruzionismo da parte del Crotone. Per questo non è stata ridata la palla. Poi da quel momento è passato più di un minuto. Se io me ne fossi accorto avrei detto di restituire la palla”.
krosamp36Posizione completamente opposta quella di Davide Nicola: “Potevamo essere più scaltri quando siamo rimasti in dieci, non accetto, però,  che non ci sia stata restituita palla perché si sostiene che noi facevamo ostruzionismo. Non è nella mia cultura sportiva. Nell’infortunio in campo decide arbitro se fermare il gioco, in questi casi io avrei detto di ridare palla”.
Dal punto di vista tecnico, Giampaolo ha parlato di “partita sporca, perché il Crotone è stato bravo a non darci spazio e non c’era tempo di scandire le giocate”. Il tecnico della Sampdoria elogia i suoi: “Siamo stati bravi a rimontare ancora una volta ed a giocare questo tipo di partita facendo venire fuori le nostre qualità quando il ritmo è calato”.
Davide Nicola invece sottolinea il dato: “Non siamo più ultimi e questo è importante. Volevamo fare punti e ci siamo riusciti. In questo mini campionato in fondo alla classifica è importante anche il pareggio”. Infine, l’allenatore del Crotone spiega la sua rabbia nel finale con un pugno contro le pareti del tunnel di ingresso: “Negli ultimi minuti dimentichiamo le priorità, non mi interessa uscire col fraseggio. Per questo mi sono incavolato”.