Non è più possibile sottoporsi a scintigrafia a Crotone. Sospesa l’attività di Medicina nucleare

medicina nucleare, antonio d'antonio, ospedale san giovanni di dio, maria pompea bernardi, asp crotone, sanità

Il reparto di Medicina nucleare del nosocomio cittadino ha ufficialmente sospeso le sue attività. Da martedì 11 è impossibile prenotare attraverso il Cup esami scintigrafici a Crotone presso il servizio sanitario pubblico.Gli utenti che avevano già effettuato delle prenotazioni saranno richiamati dal Cup ed indirizzati a Cosenza, Catanzaro o Reggio. La notizia è stata resa nota dalla direzione generale, nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella mattinata di giovedì 13 giugno. A convocarla è stata la direttrice generale dell’Asp di Crotone, Maria Bernardi, la quale ci ha tenuto a precisare che “non si tratta di una chiusura, ma di una sospensione temporanea del servizio, dettata da carenze strutturali che non permettono di garantire la sicurezza degli utenti e del personale sanitario in servizio”. Tuttavia la futura riapertura del reparto sembra  oscurata da una serie di incertezza che riguardano i nuovi locali, il reperimento dei capitali necessari al riadeguamento del reparto e soprattutto i tempi.

Altri dettagli sull’edizione cartacea del giornale, in edicola da domani, venerdì 14 giugno.