Operazione Thomas, finanzieri infedeli spiavano anche politici e militari

fisco, evasione, bancarotta, cosenza, guardia di finanza

CROTONE – Consultavano la banca dati Serpico della Guardia di finanza in modo abusivo per carpire informazioni anche su politici italiani, generali delle Fiamme Gialle, imprenditori e persino su appartenenti al Sismi. E’ quanto emerge da una ramificazione dell’indagine Thomas compiuta dalla Guardia di Finanza di Crotone e che ha coinvolto anche quattro finanzieri in forze al Comando provinciale. Gli appartenenti alle Fiamme Gialle sono indagati a vario titolo per accesso abusivo a sistema informatico, omessa denuncia e rivelazione di segreti d’ufficio. Si tratta di Donato D’Amelio, 67 anni, Roberto Triolo, 56 anni, Giuseppe Condemi, 59 anni, e Domenico Ferrara, 59 anni. Su due di loro, D’Amelio e Triolo, pende anche l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. Nella stessa vicenda sono coinvolti anche tre imprenditori  di Cutro, sono: Carmine Cutruzzolaro, 46 anni, Giuseppe Greco, 45 anni, e Ilario Fazzolari, 62 anni. Cutruzzolaro, coinvolto nell’operazione Revenge, è accusato di associazione mafiosa e, insieme agli altri due, di istigazione alla corruzione.

Tutti i particolari con i nomi delle personalità spiate dai finanzieri su il Crotonese in edicola da venerdì 17 gennaio.