Pallanuoto serie A2, l’Auditore ospita l’Acquachiara: in palio punti salvezza

Quella che si giocherà di sabato 9 marzo alla piscina olimpionica di Crotone, con inizio alle ore 13, contro l’Acquachiara Napoli, per la Metal Carpenteria Rari Nantes Crotone sarà una partita importantissima. Ci saranno in palio punti fondamentali per il prosieguo del campionato. Vincere, o in subordine, fare punti, darebbe al settebello pitagorico lo slancio giusto per affrontare al meglio il girone di ritorno di questo difficilissimo campionato di Serie A2. All’andata si impose la formazione napoletana meritatamente in una partita giocata alla pari per tutti e quattro i tempi. L’Acquachiara verrà a Crotone forte dei suoi 16 punti, 10 in più sulla zona retrocessione e 6 in meno dalla zona playoff e di un’identità di gioco ben definita e riconosciuta. Grinta, determinazione, caparbietà, velocità di spostamento e pericolosità da ogni posizione di gioco ne fanno una squadra ostica da affrontare e che mal si abbinerebbe alle caratteristiche di gioco dei pitagorici. “Ma purtroppo non si possono fare più calcoli – esordisce il Presidente Emilio Ape – Abbiamo davanti undici finali. Come tutti coloro che hanno obiettivi. Non possiamo più pensare di poter approcciare una gara in attesa dell’avversario. Dobbiamo aggredirlo sportivamente dalla palla a due. Soprattutto in casa. Siamo onorati di ospitare una società così blasonata – solo tre anni fa giocavano la finale di Europa Cup – ma, sfruttando le nostre caratteristiche, dobbiamo cercare di battere chiunque. Senza troppi calcoli. E senza reverenza. Il campionato è difficilissimo. Lo dimostrano i risultati e la classifica. È attualmente spezzato in due. 8 squadre si giocano i playoff promozione e 4 squadre i playout. Sarà un giorno di ritorno ancora più complicato. Dobbiamo farci trovare pronti, perché è troppo importante mantenere la Serie A.”.
“Dobbiamo fare punti. Per smuovere la classifica. Ma soprattutto per la nostra autostima e per caricarci in vista di un girone di ritorno che si presenta complicatissimo. Scontri diretti in casa (Cesport Napoli, Arechi Salerno e Muri Antichi Catania) e trasferte logisticamente lunghe e complicate (Palermo, Latina, due volte a Roma, Pescara). Ci vorrà concentrazione e determinazione. Oltre a tante altre componenti tra cui un pizzico di fortuna. Ma la cosa principale è tornare a giocarsi ogni partita fino ai minuti finali. Come abbiamo fatto tante volte in questo campionato e non abbiamo fatto nelle ultime due. Anche per questo motivo sarebbe importante che i nostri tifosi e concittadini riempissero la piscina già da sabato. Le finali di solito si giocano davanti ad un gran pubblico. Noi ci stiamo giocando qualcosa di davvero importante. Per cui, ci appelliamo alla sensibilità di tutti i nostri concittadini”. Appuntamento dalle ore 13.00 presso la Piscina Olimpionica Città di Crotone.



In questo articolo: