Pallanuoto serie A2, per l’Auditore ora si fa davvero dura: salvezza più lontana

E adesso si fa davvero dura. L’Auditore vede allontanarsi la serie A2, messa seriamente a rischio sabato nello scontro salvezza contro i Muri Antichi. Una sfida che i crotonesi hanno fallito, consegnandosi al sorpasso degli avversari, con il conseguente ultimo posto in classifica. E con una giornata soltanto da giocare, l’incubo retrocessione è dietro l’angolo: l’obiettivo era quantomeno tenere a distanza la rivale per garantirsi gli spareggi salvezza, ma la sconfitta costa quell’ultimo posto che spedisce direttamente nella serie inferiore. Servirà un ribaltone per scongiurare un verdetto che da sabato pomeriggio pende sulla testa dei crotonesi.

E’ stata una partita molto bella e combattuta, con Markoch e Perez grandi protagonisti da un lato, il portiere Ruggieri, Gluhaic e Zovko dall’altro. L’Auditore è rimasta in partita fino all’ultimo, sciupando anche numerose superiorità numeriche oltre alla possibilità di pareggiare nel finale. E al suono finale della sirena, la delusione sul volto dei giocatori e del numeroso pubblico accorso era palpabile.

Non rimane che aggrapparsi ad un miracolo: il Crotone farà visita alla capolista Rn Salerno, mentre i Muri Antichi ospiteranno il Pescara: serve vincere in Campania e sperare in un passo falso dei siciliani. Del resto, sperare non costa nulla…