Polo diocesano Santa Severina: concorso per dare un nome alle due mascotte

SANTA SEVERINA – C’è tempo fino al 10 aprile per dare un nome alle due mascotte del Polo Culturale Integrato Diocesano di Santa Severina. Si tratta di una spilla, simbolo del Polo, e di un paggetto, suo compagno di avventure, realizzate dalla TEA sas di Catanzaro e dal graphic designer Stefano Orsetti.

Le mascotte rappresentano le due anime di Santa Severina: la spilla gioiello di straordinaria importanza artistica e simbolica, nonché logo del Museo Diocesano, mentre il paggetto richiama alla memoria gli usi e i costumi dello splendido borgo medievale. Il concorso è organizzato dalla Direzione del Polo, guidata da don Gino Gulizia, e dall’Ufficio Beni Culturali dell’Arcidiocesi di Crotone-Santa Severina, con la collaborazione della dott.ssa Elisa Cagnazzo, con l’obiettivo di individuare un nome per i due personaggi che accompagneranno le future iniziative che saranno realizzate.

Il concorso è destinato alle classi delle scuole elementari e medie e per partecipare basta inviare i nomi delle mascotte alla mail beniculturalikr@libero.it, indicando la scuola, la classe, il nome e cognome del docente di riferimento ed i recapiti. Una commissione istituita presso il Polo effettuerà una prima selezione di 10 nomi ritenuti più originali e sarà poi possibile esprimere la propria preferenza sui nomi prescelti sulla pagina facebook (https://www.facebook.com/museodiocesanosantaseverina) dal 14 aprile fino al 24 aprile. La classe vincente riceverà in premio una targa e le prime tre classi classificate avranno diritto ad una visita guidata al Polo Culturale Integrato Diocesano di Santa Severina.