Porto, intedittiva antimafia e stop nullaosta per ditta crotonese

Revoca delle autorizzazioni e divieto di accesso nel porto per un ditta colpita da interdittiva antimafia. Il provvedimento è stato adottato dall’Autorità portuale di Gioia Tauro a seguito dell’informazione rilasciata dalla Prefettura di Crotone. La ditta, con sede legale a Crotone ed intestata a tale D.F., operava sulle banchine con propri mezzi ed uomini in regime di noleggio a freddo con la società Compagnia impresa lavoratori portuale.

L’iter è stato avviato dall’Autorità portuale guidata dal commissario straordinario, Andrea Agostinelli, “che ha fatto specifica richiesta alla Prefettura di Crotone, al fine di dare fattivo riscontro all’esigenza che impone di escludere operatori economici o soggetti che possano ritenersi legati, sia pure indirettamente, ad ambienti criminali”, si legge in una nota diramata da Gioia Tauro.