Recovery, Giovannini: le Regioni finanzino i progetti esclusi

ROMA – “Abbiamo un portafoglio progetti pronto per essere finanziato con fondi locali” e ci sono da programmare il fondo sviluppo e coesione, 15 miliardi e 80 miliardi di fondi comunitari della programmazione 2021-2027. Lo ricorda il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, sollecitando le Regioni e i Comuni a non dimenticare “i tantissimi progetti avanzati per essere inclusi nel Pnrr” solo perché non è lo Stato a finanziare. “Mi aspetto che la struttura logica delle missioni e delle componenti del Pnrr venga usata anche per orientare i fondi regionali, magari su quei progetti che consentirebbero di fare il salto necessario sul tpl e su altri aspetti”, ha detto questa mattina Giovannini alla presentazione del rapporto MobilitAria a Roma, dicendosi “ottimista”. “Per la prima volta – sottolinea il ministro (nella foto) – ci troviamo, grazie allo sforzo dei mesi scorsi, una marea di progetti che prima non avevamo. Ci sono dei progetti, ci sono dei fondi, ora spetta a Regioni e Comuni scegliere”.



In questo articolo: