Riduzione trasporto pubblico locale, Dell’Aquila alla Santelli: ripristinare il servizio

Giuseppe Dell'Aquila
CROTONE – “La Regione Calabria, la Governatrice Santelli, l’assessore al ramo Domenica Catalfamo rimettano davvero in movimento la Calabria, così come è stato fatto nel resto del territorio nazionale”. E’ quello che chiede il presidente facente funzione della provincia di Crotone, Giuseppe Dell’Aquila, riguardo la riduzione del trasporto pubblico locale.
“Qui in Calabria – sostiene Dell’Aquila – se i dati relativi al contagio fanno ben sperare, se il Governatore della Calabria preme già da diverse settimane sul pedale dell’acceleratore, lo stesso non può dirsi per la mobilità sul territorio regionale e quindi provinciale. Dal 16 marzo in Calabria è in vigore il decreto n. 9 del Presidente della Regione che riduce al 30% il trasporto pubblico. In in fase di lockdown il provvedimento regionale era giustificato dal blocco delle attività e quindi dall’assenza di utenza, oggi con la Fase 2 questo ritardo non è giustificabile”.
Per il presidente della Provincia di Crotone l’aver mantenuto la riduzione del trasporti “non tiene conto delle esigenze reali e concrete delle persone, perché non tiene conto del territorio, comuni e piccoli centri che non possono contare su nessun altro tipo di collegamento o infrastruttura, e perché non tiene conto delle spese che la Regione sta comunque affrontando. Servizio ridotto al 30% ma impegno economico che è rimasto quello pre emergenza Convid-19.

si riporti rapidamente il servizio all’80%. Le nostre comunità sono state chiamate e sono ancora chiamate ad affrontare problemi e disagi, una ripresa economica che fatica, una ripresa delle attività economiche, sociali ed umane che deve essere supportata.  A farne le spese sono ancora i cittadini, le persone più fragili”.