Rifiuti, Akrea: verso la fine dell’emergenza con l’ausilio di un “fornitore qualificato”

catasto rifiuti, arpacal, akrea, differenziata

CROTONE – “L’emergenza rifiuti di questi giorni, dovuta a problematiche dell’intera filiera regionale, sembra essere avviata finalmente a conclusione”. Lo sostiene Akrea confermando che questa notte prenderà il via lo sgombero dei cumuli di immondizia che hanno trasformato la città in una pattumiera. L’azienda si appoggerà ad un “fornitore qualificato” che metterà a disposizione le attrezzature idonee (i semirimorchi) per lo stoccaggio temporaneo dei rifiuti nello spazio prospiciente il magazzino della società in house nell’area industriale, come stabilito dall’ultima ordinanza sindacale per alleggerire i conferimenti all’impianto di trattamento di Ponticelli.

“Il caricamento dei semirimorchi avverrà direttamente presso i siti di raccolta, tramite attrezzatura ‘gru con polipo’, e non verrà effettuata alcuna attività di trasbordo tra automezzi, per evitare operazioni di trasferenza che richiederebbero complessi adempimenti tecnici” spiega un comunicato stampa di Akrea. “A sua volta il Comune – sottolinea la società – definirà un puntuale piano di smaltimento che prevede entro 72 ore lo svuotamento dei semirimorchi, al fine di evitare problemi di sicurezza igienico-sanitari e di deterioramento dell’attrezzatura”.

 



In questo articolo: