Rifiuti, fermo impianto di Ponticelli: spazzatura in strada a Crotone

CROTONE – Da due giorni non vengono più raccolti i rifiuti nelle strade di Crotone a causa del fermo del selezionatore di Ponticelli dove viene accumulata la spazzatura prima di esser inviata in discarica.  I segnali della mancata raccolta sono evidenti in città con i cassonetti pieni e cumuli di rifiuti sulla strada. Il problema deriva dal fermo del selezionatore gestito temporaneamente dalla società Ekrò (partecipata della Regione Calabria) dal 1 di novembre. L’impianto aveva lavorato a singhiozzo già il 31 ottobre e poi nei giorni successivi i rifiuti (che provengono anche da altri comuni della Provincia) si sono accumulati tanto da riempire i depositi.

A farne le spese è stato il Comune di Crotone dove, contrariamente agli altri centri, non si fa la raccolta differenziata e quindi manda allo smaltimento una quantità maggiore di spazzatura al selezionatore. La città capoluogo smaltisce normalmente ogni giorno circa 800 quintali, ma nei giorni scorsi ha potuto scaricarne al selezionatore solo 500. Attualmente i camion dell’Akrea, la società che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti, sono tutti pieni in attesa di poter scaricare all’impianto di Ponticelli. L’azienda, anche per questo, ha proposto ai suoi operai di prendere un giorno di ferie o di andare a lavorare per lo spazzamento.

Sulla vicenda è intervenuto Antonio Rocco di Flaica Crotone che denuncia: “Rieccoci di nuovo a parlare di rifiuti, la telenovela è di nuovo all’ordine del giorno, si vive nella precarietà dal 2010 e nessun politico crotonese usa il pugno di ferro. Se non si conferiscono i rifiuti di sicuro, si dovrà chiedere aiuto alla protezione civile, in Akrea in questi ultimi anni si sono avuto casi di tumore e d’infarto per questo sovraccarico di lavoro dovuto alla raccolta non a regime o per mancanza di conferimento o per mancanza di mezzi per la raccolta”.

“Gli operatori Akrea chiedono scusa alla popolazione se nel territorio si vedono cumuli di spazzatura, loro stanno facendo il possibile per creare poco disagio alla popolazione, ma come annunciato tempo fa siamo arrivati alla frutta, impianto di ponticelli deve essere messo a regime e deve essere gestito da subito dal Comune di Crotone, la politica Crotonese ci deve mettere la faccia”.

per questo la Flaica chiede al primo cittadino Ugo Pugliese, “di avviare con urgenza un tavolo tecnico per definire per sempre questo disagio alla popolazione che paga le tasse e non ha servizio consono alla causa”.



In questo articolo: