Rocca di Neto, sversa reflui con nullaosta scaduto da diciotto anni

reflui, carabinieri forestali crotone, rocca di neto

ROCCA DI NETO (CROTONE) – I carabinieri forestali hanno denunciato, a Rocca di Neto, il titolare di un’attività produttiva per violazione della normativa ambientale. I militari, a seguito di controlli effettuati nella zona, hanno accertato la presenza di acque maleodoranti sversate in un canale di scolo a causa della rottura di una condotta.

Il sopralluogo, effettuato sull’area con l’ausilio dei tecnici dell’Arpacal, ha consentito di risalire all’azienda dalla quale provenivano i reflui rilevando la rottura della condotta del depuratore. Dagli accertamenti successivi è emerso, inoltre, che l’autorizzazione allo scarico ottenuta dall’attività produttiva era scaduta da oltre dieci anni e dal 2001 non era stata rinnovata alcuna altra richiesta.

Al titolare dell’azienda è stata impartita una prescrizione per superare la situazione esistente. Le irregolarità accertate dai militari, che saranno soggette a sanzioni, potranno essere sanate entro 180 giorni.