Roccabernarda, il prefetto invia commissione di accesso al Comune

Roccabernarda

ROCCABERNARDA – Su disposizione della Prefettura di Crotone, si è insediata mercoledì 6 febbraio la Commissione di accesso antimafia presso l’Amministrazione comunale di Roccabernarda. La commissione ha iniziato il suo lavoro chiedendo agli uffici del Comune tutti gli Atti Amministrativi, dal 2012 ad oggi. L’amministrazione comunale è guidata dal sindaco Nicola Bilotta eletto nel giugno 2017 per la lista RoccaNova.

Considerata l’escalation criminale degli ultimi mesi registrata a Roccabernarda, con una serie di atti intimidatori nei confronti di consiglieri e, addirittura, il furto di alcuni pc nel Comune, si tratta di un atto quasi dovuto per fare in modo che lo Stato possa verificare quello che sta accadendo nella cittadina.  A gennaio 2019 sono stati uccisi cinque cavalli ed incendiata l’auto al consigliere di minoranza Francesco Coco. A luglio, invece, i carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro avevano messo a segno una importante operazione, denominata Trigarium, sgominando la cosca dei Bagnato che dominava sul territorio.

L’invio della commissione di accesso “riteniamo sia una forma di garanzia, in linea con il percorso da noi intrapreso – si legge sulla pagina facebook dell’Amministrazione comunale – ed a tutela di tutta la cittadinanza. Come già dimostrato oggi, siamo a completa disposizione dei membri della commissione ai quali, fiduciosi dell’attività che svolgeranno nei prossimi mesi, auguriamo un buon lavoro”.