Rogo a bordo, affonda nave Cappelletti della Guardia di finanza di Crotone, salvi i 9 militari dell’equipaggio

CROTONE –  Il guardacoste Cappelletti, in dotazione alla Guardia di Finanza di Crotone, è affondato al largo delle coste di Capo Bruzzano, in provincia di Reggio Calabria, dopo un rogo scoppiato a bordo e durato diverse ore. Si stava recando al porto di Vibo Valentia – dove è d stanza il comando aeronavale della Guardia di finanza – per dei lavori di pulizia della carena. Nei giorni scorso il guardacoste aveva partecipato a diverse attività anti immigrazione.

I nove finanzieri che erano a bordo dell’imbarcazione militare sono stati soccorsi da una motovedetta della Guardia Costiera di Roccella Jonica. I militari della Guardia di Finanza avevano già trovato posto a bordo di uno dei mezzi di salvataggio di cui era dotato il pattugliatore, potendo attendere quindi i soccorsi in sicurezza.

L”imbarcazione, un guardacoste di 27 metri in dotazione alla sezione operativa navale di Crotone, si è inabissato alle 7.25 di giovedì 1 luglio. L’allarme è stato lanciato nell’immediatezza e sul posto sono intervenute unità navali della Guardia di Finanza e delle Capitaneria di Porto per prestare soccorso e circoscrivere la zona, così da contenere ogni possibile rischio per il traffico marittimo. Sul posto stanno convergendo anche unità specializzate dei vigili del fuoco e degli enti anti inquinamento per circoscrivere ed eliminare eventuali conseguenze negative sotto l’aspetto ambientale.

L’incendio è partito dal locale macchine, per cause da accertare. Nonostante il pronto intervento dell’equipaggio, secondo quanto ricostruito dalla Guardia di Finanza, non è stato possibile circoscrivere l’incendio e i finanzieri a bordo, dopo vani i tentativi di contenere le fiamme, hanno abbandonato l’unità, trovando riparo sui mezzi di salvataggio in dotazione.