Royalties metano, Aiello: vanno corrisposte ai pescatori crotonesi

CROTONE – “Le royalties devono essere corrisposte ai pescatori del crotonese” ad affermarlo è stato il candidato alla presidenza della Regione Calabria con la coalizione civica del Movimento 5 stelle, Francesco Aiello durante un incontro pubblico nel capoluogo pitagorico. Aiello è tornato su un argomento per il quale il Movimento 5 Stelle, attraverso l’eurodeputata Laura Ferrara, l’onorevole Elisabetta Barbuto e gli ex consiglieri comunali, Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia, aveva avviato una serie di iniziative per chiarire l’utilizzo delle royalties del metano che dalla fine del 2013 non vengono più date ai pescatori delle marinerie del crotonese. Royalties che dovevano servire a compensare il danno causato nell’area di pesca dalla presenza delle piattaforme estrattive dell’Eni.

Grazie al lavoro del Movimento 5 stelle a Crotone sia la Commissione europea sia il Ministero delle Politiche sociali e del Lavoro, hanno  chiarito la natura risarcitoria di questo indennizzo che non doveva considerarsi dunque aiuto di Stato come invece motivava la Regione Calabria per non dare i soldi che dal 1998 fino al 2013, le marinerie avevano sempre percepito.

“La strada da percorrere – ha detto Aiello – per una definitiva risoluzione a questa problematica è stata ben chiarita dal Ministero: la revisione dell’attuale Accordo Quadro vigente, con l’integrazione di uno specifico articolo di norma, che definisca in modo strutturale e stabile l’entità del contributo annuo spettante ai pescatori del compartimento di Crotone, Isola Capo Rizzuto e Cirò Marina. Questa è la strada che da tempo il consigliere comunale Ilario Sorgiovanni, la deputata Elisabetta Barbuto e l’eurodeputata Laura Ferrara hanno suggerito di percorrere all’attuale governo regionale, che ha preferito rimanere sordo di fronte alle richieste dei pescatori e dirottare altrove i fondi”.