Salerno-Reggio Calabria, Delrio: confermato viaggio su A3 con Renzi il 22 dicembre

renzi“Assolutamente sì. Il viaggio con il presidente Renzi sull’A3 in programma il 22 dicembre è confermato”. Lo ha detto il ministro Graziano Delrio parlando con i giornalisti a Mormanno. “L’Anas, guidata dal presidente Armani – ha aggiunto Delrio – sta lavorando intensamente, con i suoi uomini sulla Salerno-Reggio Calabria. Sappiamo che sarà un momento importante per tutta l’Italia”.

Il ministro per le Infrastrutture ed i Trasporti è stato presente oggi a Mormanno (in provincia di Cosenza) alla firma di un protocollo d’intesa finalizzato alla riqualificazione di viabilità provinciali e comunali poste in adiacenza al macrolotto 3.2 della A3 Salerno-Reggio Calabria e configurabili quali percorsi alternativi all’autostrada.

L’accordo è stato sottoscritto dallo stesso ministro, dal presidente di Anas Gianni Vittorio Armani, dal presidente della Regione Calabria Gerardo Mario Oliverio, dal presidente facente funzioni della Provincia di Cosenza Graziano Di Natale, dal presidente del Parco nazionale del Pollino Domenico Pappaterra e dai sindaci di Laino Borgo, Laino Castello, Mormanno e Morano Calabro.

“Il protocollo – ha detto il presidente Armani – prevede che Anas provveda alla progettazione esecutiva ed alla realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria sulle strade provinciali e comunali adiacenti o interconnesse con la A3 tra lo svincolo di Laino Borgo e lo svincolo di Campotenese, oltre che alla esecuzione dei lavori finalizzati al rispetto di specifiche prescrizioni impartite dalle autorità ambientali competenti. Gli interventi sono stati preventivamente condivisi durante tavoli tecnici e di confronto svoltisi tra gli enti con
il coordinamento del Ministero, oltre che durante specifici sopralluoghi. Il finanziamento delle opere previste in questo protocollo rientra all’interno del piano di investimenti 2016-2020 Mit-Anas, per un importo complessivo di 26 milioni di euro. Durante gli incontri – ha aggiunto Armani – sono state definite le priorità di intervento, secondo le esigenze rappresentate da Regione, Provincia e Comuni e dall’Ente parco del Pollino, fattosi portavoce di specifiche istanze locali.

In particolare, gli interventi previsti nel protocollo produrranno notevoli benefici anche per la fruizione delle aree del Parco del Pollino, sia in relazione alla sistemazione della viabilità di raccordo tra i centri storici dei Comuni interessati e l’autostrada A3, sia dal punto di vista della sostenibilità ambientale”.