Sbarco a Torre Melissa, arrestati due scafisti: erano andati a dormire in albergo

CROTONE – I carabinieri della Compagnia di Cirò Marina hanno arrestato i due scafisti che giovedì 10 gennaio hanno condotto l’imbarcazione a vela arenatasi davanti alla costa di Torre Melissa (in provincia di Crotone) e sulla quale c’erano 51 persone. Si tratta di due russi, di 43 e 25 anni, che sono stati arrestati in un vicino hotel dove avevano preso alloggio per cercare di sfuggire alla cattura. I due, da una prima ricostruzione fatta dai carabinieri, erano sbarcati intorno alle 4.30 a Torre Melissa ed avevano percorso la spiaggia per raggiungere un hotel più distante rispetto a quello davanti al quale l’imbarcazione di era arenata. Quando si sono presentati al portiere di notte hanno esibito dei documenti palesemente falsi. L’impiegato dell’Hotel ha notato subito che erano anche senza i timbri di ingresso in Italia, ma senza farli insospettire ha avuto la freddezza di dare loro una stanza e subito dopo, lontano dai due, ha chiesto l’intervento dei carabinieri. Militari che, intanto, erano giunti all’albergo seguendo le tracce lasciate sulla spiaggia dai due scafisti. I due verranno processati per direttissima nel pomeriggio per favoreggiamento all’immigrazione clandestina. Nei loro bagagli i carabinieri hanno trovato strumentazione per navigare e del denaro.