Scuola, sondaggio: troppi rischi, 8 su 10 contrari a rientro

Il ritorno a scuola degli studenti non sembra una buona notizia per una larga fetta di diretti interessati: dal sondaggio della rivista specializzata La Tecnica della Scuola, al quale hanno partecipato oltre 11 mila lettori, risulta che sono contrari genitori (circa il 25% di risposte) e insegnanti (circa il 21% di risposte), più un 10% scarso che ricoprono entrambi i ruoli, ma soprattutto una buona fetta di studenti (il 41,2%), che evidentemente, considerando le proteste e manifestazioni di studenti per il ritorno in classe e per lo stop alla DaD, rappresentano una categoria divisa. Il tema coinvolge soprattutto le scuole superiori. Non a caso, le risposte provengono principalmente dagli studenti o da chi insegna o da chi ha figli che frequentano le scuole superiori (oltre il 90% dei rispondenti). Del resto, nella maggioranza del Paese i bambini delle scuole del primo ciclo e dell’infanzia sono già rientrati in classe, dunque per loro il problema è sentito con minore partecipazione. E non risultano differenze territoriali rispetto all’interesse per l’argomento: il ‘no’ prevalente riguarda Nord, Centro e Sud Italia.