Serie A, Crotone pronto per l’esordio di Genova: in campo con idee chiare, coraggio e personalità

La marcia di avvicinamento verso il debutto di Genova procede spedita. Tra l’entusiasmo e l’adrenalina di chi riabbraccia la categoria più nobile e la comprensibile ansia di voler provare immediatamente a partire col piede giusto per inserire i primi tasselli nella cassaforte della salvezza.

I rossoblù stanno completando la preparazione nel quartier generale dell’Antico Borgo e domani voleranno in direzione Genova. Sull’aereo che porterà la comitiva in Liguria non saliranno Gigliotti, Cuomo e Benali. Una triplice defezione che obbliga subito Stroppa a rivedere alcune certezze. Pesa soprattutto l’assenza del centrocampista anglo-libico, per la cui sostituzione il candidato principale diventa Henrique, pronto per l’esordio assoluto nel campionato italiano. In mezzo al campo le chiavi saranno affidate a Cigarini, affiancato dall’altro lato da Zanellato (favorito su Crociata). Sulle fasce agiranno Rispoli e Molina. In difesa accanto a Marrone e Golemic pronto Magallan, il quale ha ben impressionato durante il ritiro precampionato. In attacco Simy-Messias sono pronto ad esportare anche in serie A le prodezze esibite con continuità nella serie inferiore. Alle loro spalle morde già il freno Riviere, mentre Dragus soltanto giovedì ha effettuato il primo allenamento con la squadra.

Non cambierà certo l’idea, il modulo e l’atteggiamento: il 3-5-2 sarà il marchio di fabbrica, così come la proposta e il coraggio, caratteristiche che hanno sempre contraddistinto la visione di Stroppa. E che anche in serie A continuerà a proporre. Perchè come ha anche sottolineato Simy nei giorni scorsi, “a questi livelli non serve soltanto correre, servirà tanto altro. E noi non ci snatureremo, ma metteremo in campo le nostre idee e conoscenze, senza paura”.