Serie A, il Crotone si sveglia tardi a Firenze: non basta Simy, girone d’andata chiuso a 12 punti

Non basta Simy ad evitare la sconfitta numero 13 del campionato. Il Crotone chiude il girone d’andata con l’ennesima sconfitta, che impedisce ai rossoblù di arricchire il bottino che soprattutto lontano dalla Calabria recita appena due punti. Troppo poco, in un contesto esterno che ha confermato la scarsa vocazione al ‘blitz’ anche al Franchi, teatro di una sconfitta maturata nell’arco di un primo tempo deludente da parte degli uomini di Stroppa, due volte sotto e capaci di reagire soltanto nella ripresa, troppo tardi per completare una rimonta rimasta tale soltanto nelle intenzoioni.

Stroppa rilancia Marrone al centro della difesa con Djidji e Luperto ai lati mentre Benali parte dalla panchina. Davanti Messias e Simy è la coppia d’attacco obbligata visto che Riviere è rimasto a Crotone a causa di un affaticamento. La Fiorentina approccia in modo più convincente mentre il Crotone stenta a trovare le posizioni e mostrarsi pericoloso. E come spesso accade, si trova sotto. Merito di uina prodezza balistica di Bonaventura che spezza l’equilibrio con una conclusione precisa dalla distanza. Il Crotone non reagisce, Messias predica nel deserto e la Fiorentina ha vita facile, trovando anche il raddoppio con Vlahovic che chiude i conti. O così sembrerebbe.

Perchè nella ripresa, proprio come contro il Verona, il Crotone si presenta con Benali, tira fuori orgoglio e carattere e si rimette in carreggiata con Simy che raccoglie di testa un assist calibrato di Messias e batte Dragowski. La partita cambia volta con i viola che accusano il colpo e temono per un risultato che pareva in cassaforte, i rossoblù acquisiscono fiducia e alzano il baricentro e la pressione, anche se non sempre con lucidità e precisione. I minuti passano ma il Crotone continua a sperare, anche se l’uscita dal campo di Messias (problema alla caviglia da valutare) toglie lo slancio che sarebbe servito. Entrano Rojas e Siligardi ma non fanno in tempo a lasciare traccia. Finisce con il Crotone che esce dal campo a testa bassa e con un consuntivo di 12 punti, poca roba per coltivare aspirazioni di salvezza. Servirà un cambio di passo poderoso nel girone di ritorno. Convincente e continuo.

Marcatori: 20’ Bonaventura (F), 32’ Vlahovic (F), 66’ Simy (C)

FIORENTINA (3-5-2) Dragowski ; Milenkovic, Pezzella, Igor (69’ Martinez Quarta); Caceres, Bonaventura, Amrabat, Castrovilli (86’ Pulgar), Biraghi; Ribéry (86’ Borja Valero.), Vlahovic (69’ Kouamé). All. Prandelli

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Djidji, Marrone, Luperto (87’ Golemic); Pereira, Vulic (60’ Benali), Zanellato (77’ Siligardi), Eduardo, Reca; Messias (87’ Rojas.), Simy. All. Stroppa

ARBITRO: Piccinini di Forlì