Serie A, Messias punta in alto: “Contento della mia stagione, ma voglio la salvezza con il Crotone”

Una gemma nel deserto, un talento capace di regalare le poche gioie di una stagione fin qui importante a livello personale ma deludente per il collettivo. Ma Walter Junior Messias è riuscito a confermarsi, ne non addirittura migliorare, il livello dello scorso campionato in serie B, dimostrando numeri e qualità ben al di sopra della media. E non soltanto per Crotone. Gli occhi dei maggiori club italiani sono già puntati, e a giugno potrebbero schiudersi panorami davvero importanti per un giocatore sbocciato tardi ma ancora in tempo per confezionare stagioni da applausi. Per adesso c’è un obiettivo da raggiungere insieme ai compagni, quella salvezza diventata una missione complicata ma che anche grazie a Messias (6 reti e assist in serie) è ancora realizzabile. All’orizzonte la sfida contro la Juventus all’Allianz Stadium, un palcoscenico che il talento brasiliano vuole affrontare spingendo il Crotone lontano dall’ultimo posto.

E a dispetto di un periodo avaro di sorrisi, nella truppa c’è ottimismo in vista della trasferta di lunedì sera a Torino. “Abbiamo lavorato come sempre, dando il massimo soprattutto adesso perché sappiamo che ogni gara che passa la strada è sempre più in salita. Cerchiamo di arrivare al giorno della partita nel miglior modo possibile. Siamo attaccati al gruppo e lotteremo per raggiungere il nostro obiettivo”. A livello personale quella di Messias è sicuramente una stagione positiva, ma il giocatore punta ai successi collettivi rispetto a quelli individuali: “Non è facile approcciare così in un campionato così importante, sono contento ma la cosa che conta è raggiungere l’obiettivo col gruppo”.