Serie B, Crotone ancora sconfitto: l’Empoli lo affonda tre volte

 

Il Crotone incassa la seconda sconfitta consecutiva, cancella il progetto di rilancio e conferma alcune perplessità esposte nel ko contro lo spezia. Voleva riscattarsi ad Empoli, ma a conti fatti non è quasi mai entrato in partita. Tanto per merito dei toscani ma anche complice la giornata di scarsa vena dei rossoblù, sottotono e appannati in quasi tutti i protagonisti. Discreta la prova di Armenteros, buono l’impatto dell’altro ‘nuovo’ Gerbo nello spezzone di gara giocato. Per il Crotone seconda chance sprecata di prendersi il secondo posto al posto di un Pordenone al secondo ko consecutivo come i pitagorici.

Senza gli squalificati Simy e Messias, Stroppa sceglie Armenteros accanto a Maxi Lopez mentre gli altri due acquisiti Janokovic e Gerbo partono dalla panchina. Sulla fascia Mustacchio  parte dal primo minuto con Molina che si accomoda in panchina.

Il Crotone accusa la partenza sprint di un Empoli che sorprende i rossoblu e lo costringe ad una fase passiva e di sofferenza. I toscani attaccano da tutte le parti e in 20′ si trovano già sul doppio vantaggio. A sbloccarla è Tutino, oggetto dei desideri proprio dei rossoblu, che sbuca alle spalle di Mustacchio e in tuffo spedisce alle spalle di Cordaz. Crotone contratto e ‘falloso’ mentre Empoli continua a dilagare. Il raddoppio lo firma Mancuso con una prodezza dalla distanza che sorprende Cordaz. Crotone alle corde che pian piano prova a frenare l’impeto degli avversari. Benali servito in area da un tacco di Maxi Lopez viene stoppato, Crociata dalla distanza scheggia il palo. Sono comunque avvisaglie importanti e infatti arriva la rete che riapre il match, firmata proprio da Crociata che calcia dal lontano e trova la compartecipazione di Brignoli che sbuccia e lo spedisce in porta. Partita e speranze riaperte, che il Crotone prova a coltivare in avvio di ripresa anche se il palleggio e le idee non assecondano la volontà.  L’Empoli rifiata ma alla prima occasione utile piazza il colpo letale firmato da Hendersen che conclude una velenosa ripartenza avviata da un difettoso disimpegno di Gigliotti. Stroppa getta nella mischia anche Gerbo richiamando in panchina un Maxi Lopex impalpabile. La rete subita taglie le gambe ai rossoblu che continuano a collezionare errori in una manovra che rimane macchinosa e improduttiva.

Due sconfitte di fila dopo la Vittoria nel derby di Cosenza. La stagione del Crotone continua in un incedere altalenante, ma la classifica rimane intatta, anche se le inseguitrici stanno risalendo minacciose.