Serie B, il Crotone acciuffa il Monza nel finale: allo Scida un punto per ripartire

Un punto per ripartire, in attesa di tempi migliori. Il Crotone acciuffa nel finale il pareggio contro il Monza e interrompe la serie di tre ko consecutivi. La classifica resta preoccupante cosi come i problemi tutti da risolvere. Ma è comunque una base di ripartenza.

Nella sua prima uscita allo Scida da allenatore del Crotone Pasquale Marino vara un 4-3-3 che prevede lo slittamento del tuttofare Molina sulla linea dei terzini, con Sala sulla corsia sinistra e Canestrelli e Paz al centro. In mezzo al campo il trio Zanellato, Vulic e Donsah mentre in attacco Mulattieri agisce al centro e Maric si sposta sulla sinistra con la novità Oddei dal primo minuto nella linea del tridente. Nel Monza degli ex, Giovanni Stroppa propone Barberis e Pedro Pereira dall’inizio, mentre Marrone e Sampirisi si accomodano inizialmente in panchina.

La partita scorre via senza particolari sussulti, il Crotone sente il peso della posta in palio e fatica ad azionare pericoli dalle parti brianzole. Neppure il Monza appare brioso e frizzante, ma come spesso presenta il menu del torneo, alla prima occasione i rossoblù vengono puniti: una veloce ripartenza degli ospiti trova impreparato il Crotone, con Colpani che slalomeggia nell’area pitagorica piazzando un angolato che beffa Festa, nel frattempo entrato al posto dell’infortunato Contini. Il Crotone accusa il colpo anche se cerca di rialzare la testa con orgoglio. I ritmi però non conoscono variazioni sul tema e ci affida a fiammate che però non producono svolte. Le azioni si conteggiano sulle dita di una mano, e per due volte è Mulattieri il più pericoloso, soprattutto nell’azione che chiude la frazione, quando l’attaccante viene murato a pochi metri dal gol. Nel conteggio anche un terzo tempo in elevazione di Zanellato che finisce a lato, fotografia di un tempo che ha visto il Crotone giocare ad armi pari con il Monza, ma con ritmi e idee non sempre adeguate all’esigenza di divorare il campo come si conviene a chi abita in fondo alla classifica.

L’avvio del secondo tempo è un piccolo incubo per un Crotone in balia del Monza e che rischia due volte di affondare. Passata la parte peggiore la squadra di Marino reagisce e sfiora il pari in tre circostanze, la più clamorosa delle quali con Mulattieri ancora protagonista quando con un colpo di testa in tuffo costringe il portiere ospite al miracolo. Il tecnico si gioca il tutto per tutto inserendo contemporaneamente Borello e Juwara per Zanellato e Sala. Il forcing in questa fase è insistente ma confuso, eppure a cinque minuti dallo scadere arriva il pari che fa esplodere lo Scida. Lo firma Donsah che avvia e conclude una letale ripartenza fulminando Di Gregorio. Il Crotone spera nel clamoroso ribaltone ma deve accontentarsi di un punto. Ancora troppo poco ma comunque un segnale di ripartenza.

CROTONE-MONZA 1-1

Reti: 17′ Colpani (M), 41′ st Donsah (C).
Crotone: (3-5-2) Contini (11′ Festa), Canestrelli, Paz, Sala (23′ st Juwara); Oddei (1′ st Giannotti), Zanellato (23′ st Borello), Vulic, Donsah, Molina; Maric (44′ st Nedelcearu), Mulattieri. A disp. Saro, Cuomo, D’Aprile,  Mondonico, Rojas, Visentin. All. Marino.
Monza: (3-5-2) Di Gregorio, Donati, Paletta, Pirola; Pereira (17′ st Sampirisi), Colpani (23′ st Vignato), Barberis (1′ st Mazzitelli), Machin, Carlos Augusto; Valoti (32′ st Siatounis), D’Alessandro (17′ st Mota Carvalho). A disp. Sommariva, Antov, Bettella, Caldirola, Ciurria,  Gytkjaer, Marrone. All. Stroppa.
Arbitro: Di Bello di Brindisi.
Note: ammoniti Barberis (M), Canestrelli (C), Paletta (M), Mota Carvalho (M), Giannotti (C). Machin (M), Sampirisi (M)