Serie B, il Crotone cala il poker al Pescara e vola a quota 40

Il poker è servito. Netto, bello e convincente, costruito in un primo tempo da spellarsi le mani per qualità, atteggiamento e cinismo. Ha annientato un Pescara  impotente e presto messo al tappeto, regalandosi una notte quasi perfetta, con il secondo posto sempre nel mirino.

Stroppa conferma gli stessi undici di Castellammare con l’eccezione di Golemic che torna titolare al posto del febbricitante Curado. Davanti Simy e Armenteros con Messias qualche metro più indietro. L’avvio è incoraggiante e lascia subito intuire una ritrovata freschezza e vivacità. Il Crotone  sfiora presto il vantaggio e trova la rete al  9′ con Simy, pescato da un assist al bacio di Armenteros, il nigeriano controlla e si coordina col sinistro incrociando sul secondo palo. Il Crotone gioca in scioltezza e crea i presupposti per il raddoppio in diverse occasioni: come quando Simy elude il fuorigioco e solo davanti a Fiorillo prova il cucchiaio, ma sulla palla che sta entrando in porta si avventa Bettella che evita il peggio. Poi una pregevole azione di Armenteros che si libera con un sombrero però poi col sinistro conclude alto. Il 2-0 è dietro l’angolo e lo firma Messias, pescato da un palla che taglia il campo di Molina, il brasiliano controlla e anticipa il portiere in uscita con uno scavetto da applausi. Il dominio è assoluto anche perché il Pescara non dà segni di vita e sbaglia tutto. Al 35′ ecco il tris confezionato da un Armenteros in forma splendente. L’attaccante raccoglie dal limite una palla ribattuta e scaraventa in porta il 3-0 che chiude un primo tempo praticamente perfetto.

Dagli spogliatoi esce fuori un Crotone evidentemente ancora non pago e infatti dopo 5 minuti cala il poker con il tap in di Benali che raccoglie una respinta difettosa di Fiorillo e fa centro. Partita in freezer e tensione che cala inevitabilmente, e questo permette al Pescara di togliere la testa  fuori dal guscio. Gli abruzzesi si affacciano nella zona di Cordaz e dopo un paio di occasioni potenziali (tra cui anche un palo) trovano la rete della bandiera con Galano che fa infuriare Stroppa.

Il passo in avanti riaperto alle ultime uscite è stati netto, al di là della goleada. Con 40 punti in cassaforte la rincorsa al secondo posto può continuare.