Serie B, il Crotone ritrova sorrisi e tre punti: per l’Ascoli non c’è scampo

Il Crotone ritrova sorrisi e tre punti che lo spediscono a quota 21. La notte dello Scida rilancia di prepotenza la squadra di Stroppa che conferma di come fossero episodici i ko con Chievo e Perugia. I rossoblu hanno mostrato una superiorità schiacciante che avrebbe meritato anche un distacco maggiore.

Sono tanti gli assenti nel Crotone, ultimo della lista è Benali. Stroppa sceglie Zanellato in mezzo al campo con Mustacchio largo a destra e Molina sulla fascia opposta. Il Crotone parte con il piglio gusto, di chi vuole lasciarsi alle spalle le ultime due sconfitte e tornare a ruggire. E difatti fa subito la voce grossa e passa dopo pochi minuti.

La partita si sblocca al sesto minuto quando Crociata dal limite calcia di destro all’angolino capitalizzando un’azione caparbia di Simy. Il Crotone rischia qualche minuto dopo quando Xordaz si esibisce in una maxi parata su Da Cruz. Scampato il pericolo i rossoblu tornano padroni della scena e sfiorano ripetutamente il raddoppio, che arriva con il marchio di fabbrica di Simy (ottavo centro stagionale) che all’interno dell’area apre il piattone e sorprende Leali sul palo lungo. Il Crotone è in assoluto controllo ma nel finale di tempo rimette in partita l’Ascoli con l’autorete di Marrone che nel tentativo di intercettare un cross ravvicinato di Pucino spedisce alle spalle di Cordaz.

Il secondo tempo inizia sulla stessa falsa riga con il Crotone che prende il comando delle operazioni. Ma la superiorità si infrange con il muro ascolano che riesce a disinnescare i vari tentativi di Messias Zanellato e Simy. Nonostante un dominio marcato la partita resta in bilico com Stroppa che inserisce prima Vido e poi Mazzotta. Ed è proprio l’esterno appena entrato a propiziare il tris che garantisse un finale sul velluto. Mazzotta scodella una palla velenosa in area che il difensore Valentini raccoglie prima del portiere ingannandolo  e depositando in rete in modo goffo. Lo Scida libera le proprie ansie e può dedicare i propri pensieri al Benevento, prossimo avversario dopo la sosta per un match d’altissima  quota.