Serie B, il rammarico di Stroppa: “Siamo in crescita, ma certe partite bisogna vincerle”

Giovanni Stroppa digerisce a fatica il pareggio di Ascoli. Terzo pareggio consecutivo, che costa il secondo posto in solitario, e che soprattutto conferma un percorso a singhiozzo. “Peccato, non abbiamo portato a casa i 3 punti nonostante la buona partita, con tanti episodi non sfruttati. In queste occasioni bisogna essere più cinici, perchè se non fai gol quando arrivi tante volte alla conclusione paghi. Il rammarico è enorme perchè con quello che abbiamo creato non puoi non vincere una partita del genere. Usciamo con un punto ma avremmo meritato tutt’altro”.

Alle porte incombe la sfida col Benevento, ma soprattuto ne restano sette prima della fine del torneo, azzerando di fatto i margini di errori.  “Ma i passi falsi non sono mai ammessi, anche se mancano ancora sette partite. Non ci si può fermare a rimuginare dopo una prestazione del genere, soltanto perchè il Cittadella ci ha raggiunto. Rimane tutto nelle nostre mani, quello che mi lascia ottimista è la condizione sia fisica che mentale della squadra.  Io posso dire che si cono sempre segnali positivi, vedo la squadra in crescita dal punto di vista fisico e mentale.  Ma bisogna portare a casa i punti”.