Serie B, la carica di Nalini: “mi è mancato il campo, ma ora sono pronto a dare tutto”

Se la sfortuna che lo attanaglia gli desse un po’ di tregua, potrebbe davvero diventare l’acquisto del mese di gennaio. Fin qui la stagione di Andrea Nalini è stata caratterizzata dai soliti contrattempi fisici che in realtà hanno articolato la sua avventura in maglia rossoblù. Sempre condizionato da acciacchi e problemi fisici, non è mai riuscito a trovare continuità di presenza. Ma adesso si è lasciato alle l’ultimo incidente ed è tornato a disposizione per la volata di fine anno.

54 le presenze complessive in tre stagioni e mezzo in Calabria, molte delle quali part time. Tre reti, tra le quali la doppietta indimenticabile rifilata alla Lazio nella sfida che a maggio 2017 regalò l’incredibile salvezza in serie A. Era tornato in campo contro il Pisa il 20 ottobre ma un problema fisico lo ha tenuto di nuovo fuori fino al match contro il Benevento dove è sceso in campo nei minuti finali. Sabato contro il Cittadella invece è stato mandando sul terreno di gioco al 65’ disputando una buona gara: “Cerco di essere sempre disponibile e dare il massimo, mi manca ovviamente il minutaggio nelle gambe che arriverà col passare delle partite” Il campo? “Ho sofferto molto a stare lontano dai campi a causa dell’infortunio, cercavo di dare tutto me stesso anche da fuori ma ora che sono tornato penso solo a dare il massimo per questa maglia”. E Nalini è fiducioso sul prosieguo di stagione: “Seguiamo sempre ciò che ci dice il mister, ogni giorno. Dobbiamo curare i dettagli ed io stesso devo migliorare tantissimo, per cui ognuno di noi dà il massimo quotidianamente per poter poi dare il massimo contributo alla squadra”.