Serie B, la doppietta di Simy piega lo Spezia: per il Crotone sono tre punti d’oro

Simy colpisce due volte e il Crotone sbanca La Spezia. Come nel 2015, i rossoblù si impongono in Liguria al termine di una sfida di grande intensità, conclusa in apnea ma ampiamente meritata. La squadra di Stroppa dopo una partenza titubante, è entrata in scena di prepotenza, mettendo in mostra tutto il potenziale offensivo e chiudendo di fatto la pratica nella prima frazione di gioco. Ad aprire le marcature il nigeriano, che al 24′ ha trasformato (col brivido) il rigore concesso per la spinta di Terzi su Zanellato. Lo stesso attaccante era stato privato qualche minuto prima di un rigore altrettanto solare. Il Crotone colpisce cinque minuti dopo sempre grazie a Simy, preciso nella conclusione dal limite dell’area con il piattone che si apre e ‘muore’ nell’angolino basso. Un must del nigeriano, che ha raccolto l’invito di uno scatenato Messias, imprendibile per 70′ con scatti a ripetizione e serpentine velenose. A quel punto la sfida era indirizzata, anche se nel finale di tempo l’ex Federico Ricci ha riaperto i giochi con un sinistro clamoroso dal vertice dell’area che ha superato Cordaz.

Nel secondo tempo, complice anche la stanchezza, la partita perde lucidità e riferimenti, anche se il Crotone rimane corto e puntuale nelle ripartenze. In questa fase però lo Spezia prende campo e i rossoblù sono costretti a concedere qualche traversone di troppo in un’area diventata improvvisamente affollata. Miracoloso il salvataggio di Gigliotti su Ricci lanciato a rete, e al 75′ il Cerotone potrebbe chiudere i conti con la ripartenza che Benalì conclude con un sinistro che scheggia l’incrocio e finisce alto. Il finale è in sofferenza, entra anche Marrone per lo stremato Cuomo mentre Vido (anche lui al debutto) governa bene un paio di situzione interessanti in attacco. Cordaz chiude ogni possibile velleità dello Spezia e il fischio finale di Volpi consegna il primo acuto della stagione per un Crotone che a fiammate ha lasciato intravedere numeri e potenzialità davvero da grande squadra.

SPEZIA: Krapikas; Vignali (58’ Ferrer), Terzi, Capradossi, Ramos; Bartolomei, M.Ricci, Mora (51’ Maggiore); Gyasi (71’ Delano), Galabinov, F.Ricci. A disp: Scuffet (GK), Barone (GK), Marchizza, Bastoni, Erlic, Awua, Benedetti, Buffonge, Gudjohnsen. All. Italiano

CROTONE: Cordaz; Cuomo (76’ Marrone), Golemic, Gigliotti; Molina, Benali, Barberis, Zanellato, Mazzotta (61’ Mustacchio); Messias (66’ Vido), Simy. A disp: Festa (GK), Figliuzzi (GK), Bellodi, Panza, Rutten, Crociata, Gomelt, Zak, Kargbo. All. Stroppa

Arbitro: Volpi di Arezzo

Reti: 24’su rigore e 29’ Simy (C), 44’ F.Ricci (S)

Ammoniti: 57’ Barberis (C), 80’ Molina (C), 90’ Zanellato (C)