Serie B, la fiducia di Stroppa “Siamo incerottati, ma pronti per una nuova battaglia”

Marrone e Nalini non convocati. Così come i ‘soliti’ Curado e Zak Ruggiero e lo squalificato Gigliotti. Le assenze abbondano, e costringeranno Giovanni Stroppa a modificare qualche elemento nello scacchiere che sarà opposto al Chievo Verona nel turno infrasettimanale in programma domani sera al Bentegodi. Il tecnico rossoblù, fresco della vittoria numero 100 tra i professionisti, però non si scoraggia e confida nella presenza dei ‘superstiti’: “Siamo un po’ incerottati. Ma undici riusciremo comunque a mandarli in campo”. La zona che lo preoccupa maggiormente è la difesa, priva di tre elementi e con Spolli e Cuomo costretti agli straordinari, oltre a Bellodi appena recuperato. Va meglio negli altri reparti, anche se Stroppa non ama particolarmente cambiare: “Vedremo, abbiamo ancora tempo per ragionare”. Il fresco primato raggiunto lo inorgoglisce ma rimane comunque prudente: “La classifica è bellissima, lo sappiamo anche se è meglio non guardarla perchè un primo importante riferimento sarà alla fine del girone d’andata. Naturalmente fa piacere l’entusiasmo che si respira nell’ambiente, e dà ulteriore stimolo ai ragazzi”. Stroppa mette però in guardia tutti sulle potenzialità del Chievo: “Forse se ne parla troppo poco, ma i veronesi stanno venendo fuori dimostrando di avere qualità e numeri per ambire ai primi posti. Ci aspetta una partita di grande livello in uno stadio che genera ulteriori motivazioni. La mia squadra è pronta per questa nuova battaglia, ed a dispetto delle insidie e del valore dell’avversario, sono sicuro che saremo all’altezza della situazione”.