Serie B, l’ambizione di Stroppa: “Vogliamo essere competitivi e protagonisti”

CROTONE – “Io gioco sempre per vincere, e per ottenere il massimo”. Giovanni Stroppa riparte di slancio, con motivazioni feroci e idee chiare. Dodici mesi dopo è tutta un’altra musica, con certezze consolidate e un allenatore pienamente calato nella dimensione rossoblu, e che punta in alto anche a dispetto di esternazioni più prudenti da parte del club: “La società fa anche bene a parlare di salvezza, anche perché in un certo senso mi fa lavorare con maggiore tranquillità. Ma io non posso esimermi dal pretendere di più ed essere competitivo e protagonista nel prossimo campionato. Speriamo di stazionare nella parta della classifica, mantenendo fede alle nostre prerogative, con il vantaggio di nozioni e metodi che adesso conosciamo meglio tutti”.

Il riferimento del tecnico è ad una fase di apprendistato dello scorso anno particolarmente tortuosa e complessa: “Soltanto nella seconda parte della stagione mi sono sentito davvero l’allenatore del Crotone. L’ambiente ha avuto un atteggiamento diverso, una maggiore consapevolezza nei miei confronti e anche io ho capito meglio tutti. Questo ci ha permesso di poter compiere una vera impresa nel girone di ritorno realizzando 30 punti in 16 giornate, e da lì dovremo ripartire, anche se bisognerà rimboccarsi le maniche perché non sarà tutto scontato. Alla squadra sottolineerò proprio questo, nel senso che per ottenere determinati risultati bisogna curare i dettagli, e noi dovremo essere bravi a perfezionarci ancora e continuare nel nostro percorso di crescita che ci ha permesso di ottenere una salvezza incredibile. In quella fase mi sono sentito davvero l’allenatore della squadra, dei tifosi, della società. Insomma, uno di voi, e ancora ho la pelle d’oca se penso alla festa sotto la Curva Sud contro l’Ascoli con i tifosi che mi chiamavano a gran voce. Si è creata una sintonia totale che è importante possa proseguire a lungo”.

Stroppa è anche soddisfatto dell’organico a disposizione, ma non nasconde l’eventualità di possibili stravolgimenti: “Al momento abbiamo l’organico completo all’80%, ci mancano un difensore, un esterno, un attaccante e un centrocampista. Li abbiamo già individuati, e comunque sono soddisfatto della squadra, abbiamo mantenuto in larga parte l’organico della scorsa stagione e questo ci permetterà di lavorare con maggiori certezze. Poi è chiaro che da qui in avanti potrebbero anche materializzarsi alcune partenze, ma in quel caso la società colmerà l’eventuale partenza”.