Serie B, lo Spezia punisce il Crotone: la salvezza è ancora rimandata

Il Crotone rimanda il progetto di salvezza anticipata. Il secondo match ball è fallito al ‘Picco’ di La Spezia, in un pomeriggio avaro di soddisfazioni per i rossoblù, che adesso dovranno attendere almeno 24 ore per poter brindare alla salvezza anticipata. Ma servirà un passo falso del Livorno, impegnato in casa contro il Carpi, che dovrebbe pareggiare o perdere per santificare il verdetto a favore dei calabresi. In caso contrario, tutto rinviato all’ultimo turno, quando allo Scida arriverà l’Ascoli, ormai senza più obiettivo avendo ottenuto la salvezza con largo anticipo senza poter però inserirsi nella lotta playoff.

Serviva un punto, ma il Crotone sceso in campo a La Spezia ha accusato la fatica fisica e mentale del successo contro il Benevento, le numerose assenze, e forse anche una sorta di sicurezza che derivata da un traguardo sempre più vicino. Una partita che non ha quasi mai offerto spunti per i rossoblù, andati sotto al 25′ per opera di Galabinov, ma mai realmente pericolosi in area ligure. Stroppa, privo degli infortunati Pettinari, Rohden e Nalini, oltre agli squalificati Benali e Golemic, ha rinunciato per precauzione anche a Spolli, tenuto in panchina. Insomma, formazione rabberciata ma medesima volontà di portare a casa il pieno. Il tecnico ha provato a scuotere il torpore generale inserendo Mraz all’alba del secondo tempo, ma ha ottenuto poco in chiave globale. E dopo aver tremato per la traversa di Maggiore, è andato ancora una volta sotto nel finale quando l’ex Bidaoui ha punito Cordaz chiudendo di fatto la partita.

La salvezza rimane a portata di aggancio, ma ora occorrerà attendere domenica pomeriggio per vedere la performance del Livorno. Altrimenti tornerà tutto nelle mani del Crotone.

SPEZIA-CROTONE 2-0

SPEZIA (4-3-3): Lamanna; Vignali, Capradossi, Terzi, Augello; Bartolomei (69′ Maggiore), Ricci, Mora; Gyasi, Galabinov, Da Cruz (79′ Bidaoui). All. Marino

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Curado (44′ Sampirisi), Vaisanen, Marchizza; Molina, Zanellato, Barberis, Firenze (76′ Kargbo), Milic; Machach (55′ Mraz), Simy. All. Stroppa.

ARBITRO: Marinelli di Tivoli

Ammoniti: Vaisanen (C), Milic (C), Zanellato (C), Mora (S)



In questo articolo: