Serie B, l’orgoglio di Stroppa: “ottima prestazione, dovevamo chiuderla prima”

Giovanni Stroppa incassa il successo che voleva e può definitivamente archiviare le due sconfitte contro Perugia e Chievo. Voleva delle risposte, e le ha ottenute in pieno, anche se il coach avrebbe volentieri evitato quel risultato tenuto pericolosamente in bilico per troppo tempo a dispetto di una schiacciante superiorità: “Tre punti importanti dopo le due sconfitte di fila contro Chievo e Perugia. Sono soddisfatto della prestazione.  Abbiamo avuto tante occasioni limpide da gol, mai come stasera, dovevamo essere più precisi. Nel secondo tempo è avvenuto più spesso e abbiamo fatto meglio. L’unico cruccio è che avremmo dovuta chiuderla prima, ma sono contento dei ragazzi, che hanno risposto alla grande. Non era facile vincere contro l’Ascoli, sapevamo la forza di questa squadra, temevo molto questo match. I bianconeri hanno cambiato sistema di gioco per affrontarci: sugli esterni c’è stato un duello individuale molto serrato – ha dichiarato Stroppa -. I miei esterni potevano anche fare di più, ma sicuramente è stata un’ottima gara da parte di tutti.

 

Adesso arriva la sosta, evidentemente gradita visto che permetterà anche di poter recuperare qualche infortunato di troppo. “Vedendo la partita stasera direi che comunque non siamo affatto stanchi. Col Perugia abbiamo pagato di più, anche se noi corriamo fino al 95’, mentre gli altri hanno sempre i crampi. Certamente la sosta farà bene a qualcuno, tipo Messias, che può recuperare la migliore condizione. Ha fatto cose pazzesche fin qui e per noi rimane un giocatore fondamentale”.