Serie B nel caos: niente playout, salve Venezia e Salernitana

Colpi di scena a ripetizione in serie B, come ormai malcostume della serie B. La decisione del Tfn che ha retrocesso il Palermo all’ultimo posto della serie B ha scatenato un pomeriggio surreale, con una classifica rivista e poi nuovamente modificata, questa volta con un effetto incredibile, stabilito dal Consiglio di Lega B riunito d’urgenza oggi: niente playout, ma retrocessione confermata per le tre cadute sul campo (Carpi, Padova e Foggia) alle quali si aggiunge il Palermo. Niente scorrimento verso l’alto, e salvezza anche per la Salernitana, dopo quella postuma del Venezia. Un guazzabuglio incredibile, confermato dalla volontà di partire immediatamente (all’unanimità) invece con i playoff, questa volta sì con lo scorrimento. E dunque Perugia confermato dentro da ottavo della compagnia. Ma cosa accade ora se tra dieci giorni se l’Appello dovesse ribaltare la sentenza di Primo grado? Pazzesco. Inoltre il Foggia reclama la restituzione di 2 dei 6 punti tolti ad inizio torneo, e l’udienza in questo caso è fissata per il 17 maggio. Già pronta una raffica di ricorsi incrociate, con la malinconica prospettiva di un’altra estate caldissima, dove saranno sempre di più i Tribunali a fare la differenza.



In questo articolo: