Serie B, Oddo suona la carica: “Serve una mentalità diversa, chi non mi segue resta indietro”

“Voglio vedere i giocatori negli occhi e carpire le sensazioni giuste. Per questo aspetterò fino a domani prima di scegliere gli uomini da mandare in campo”. Massimo Oddo conferma la volontà di cambiare qualcosa nello schieramento, ma attende ancora ulteriori segnali dai propri uomini.  “Se dovessi scegliere in base a quello che vedo in allenamento, non avrei dubbi. Ma siccome sono già stato fregato, preferisco guardarli in modo ancora più approfondito e scegliere bene”. La sconfitta con il Cosenza ha lasciato il segno, e lo stesso Oddo ancora adesso non riesce a capacitarsi del passo indietro compiuto: “Non riesco a capire davvero, dobbiamo fare in modo che sia stato soltanto un contrattempo, una giornata no. Perchè contro il Carpi abbiamo fatto bene e a Perugia non meritavamo affatto di perdere. L’imponderabile contro il Cosenza, non se l’aspettava nessuno. Sarà stata la pressione , il fatto che fosse una partita sentita e forse caricata troppo, ma mi aspettavo ben altro. Se guardiamo in primi venti minuti: sembrava che a giocare in casa fosse, noi è come se non avessimo preparato per niente la partita. E da allenatore mi sono vergognato. E’ una cosa che non deve più accadere. Naturalmente sta a me trovare le soluzioni giuste. In questo momento c’è meno bisogno di lavorare molto di più sull’aspetto mentale che quello tecnico e tattico. Bisogna essere consapevoli che stiamo attraversando una fase brutta, con alle porte la sfida con la Cremonese e poi la sosta. Ma siamo in tempo per far qualcosa di bello, naturalmente con la condizione che tutti viaggiano sulla stessa lunghezza d’onda. Ho bisogno di una mentalità diversa, di giocatori che credono fortemente in quello che facciamo, anche perchè alle spalle ci sono tanti ragazzi che scalpitano, e che vogliono avere una chance. Da questo momento in poi chi è convinto del nostro di esserci mentalmente mi segue, gli altri restano indietro”.

Il tecnico ha studiato la Cremonese, e spende parole d’elogio per i grigiorossi: “La Cremonese è una squadra forte, con giocatori di categoria e di livello, che merita molto di più dei punti che ha raccolto”.

 

 



In questo articolo: