Serie B, Stroppa cerca conferme a Padova: “Per noi è un’altra finale”

“Se contro il Palermo era una finale, questa è la finale delle finali”. Giovanni Stroppa presenta lo scontro salvezza di Padova lasciando intuire il peso specifico del match in programma domani: “Non abbiamo fatto ancora niente e dovremo andare li con le stesse armi mostrate martedì sera. Migliorando semmai la qualità di gioco. Sappiamo che ci troveremo di fronte una squadra che farà la partita della vita, ma siamo pronti per questo nuovo esame”. La vittoria contro il Palermo ha restituito entusiasmo ed autostima, ma il tecnico non si culla: “è stata una reazione importante ma guardiamo avanti. Al momento siamo ancora retrocessi per cui il nostro obiettivo è quello di continuare su questa direzione”. Perso per infortunio Pettinari, il tecnico dovrà trovare una soluzione alternativa. Mraz sembra il favorito, ma Stroppa alimenta i dubbi: “ho recuperato sia nalini che Machach, e in più ho sempre Firenze che tengo in grande considerazione. Le soluzioni non mancano”. Ed a proposito di Machach, il tecnico spiega il reintegro dopo aver annunciato la bocciatura per l’espulsione rimediata a Brescia : “non contraddico quello che avevo detto, è stato il gruppo che me lo ha chiesto. Lo ritiene un giocatore importante. Lui ha chiesto scusa a tutti e io sono pronto a dargli un’altra possibilità”.

  1. Per Stroppa quella di domani sarà la panchina numero 200 in carriera.


In questo articolo: