Serie B, Stroppa suona la carica: “Carattere e personalità, dipende tutto da noi”

La Juve Stabia è alle porte. Una tappa chiave nel cammino che conduce alla serie A. Il Crotone occupa attualmente il secondo posto, condiviso con Frosinone e Spezia, ma vorrebbe tenerselo stretto in solitudine. Ecco perchè serviranno blitz lontano dallo Scida per assecondare il desiderio, a cominciare dal ‘Menti’ di Castellammare di Stabia. Un avversario insidioso che Stroppa rispetta: “Ero già preoccupato alla vigilia della sfida dell’andata, figuriamoci adesso che hanno acquisito una forte identità, hanno un ottimo allenatore e giocano un buon calcio. Sarà una partita difficile a livello ambientale e di campo visto che si gioca sul sintetico. Ma noi siamo il Crotone, siamo secondo e bisogna fare una partita di grandissima personalità e portare le situazioni dalla nostra parte. Anche perchè la classifica è corta e le partite diminuiscono, quindi non possiamo permetterci passi falsi. Dipende da noi, bisogna avere un qualcosa in più per poter fare punti importanti da qui alla fine.”.

La sessione invernale di mercato è alle spalle, e ha permesso al Crotone di integrare un organico adesso completo e variabile. Lo stesso Stroppa sottolinea la bontà delle operazioni: “Grazie alla Società che ha portato dentro tre giocatori veramente importanti, si è alzata la qualità e quando si alza la qualità migliorano tutti”.

Nelle statistiche il Crotone figura quale secondo miglior attacco con 35 reti all’attivo, ma la sensazione di incompiuta è fondata, e Stroppa lo evidenzia: “Sappiamo che possiamo migliorare, magari avendo la testa ancora più convinta nel fare le cose giuste. Perchè è un peccato vedere la squadra che arriva così spesso davanti la porta avversaria ma non essere poi così incisiva e produttiva nell’ultimo passaggio o nella finalizzazione. Comunque bisogna tenere conto che la squadra produce, e questo è già importante”.