Serie B, Stroppa suona la carica: “Contro il Lecce mi aspetto una grande partita”

Giovanni Stroppa chiede contintuità e conferme. Dopo la brillante prova di Salerno, il coach rossoblù si aspetta una nuova risposta ruggente da parte della propria squadra, ritrovata in pieno in un 2019 che ha ridisegnato una fisionomia logica in un gruppo che sta provando a risalire la corrente.

“Si può e si deve ancora migliorare – commenta – siamo reduci da prestazioni e risultati importanti. Che poi è quello che conta. Lavoriamo sempre per perfezionare meccanisimi e le individualità dei ragazzi”. Domenica sera arriva il LEcce, una delle squadra più temibili dell’intero campionato: “Hanno qualità – ribadisce – ma sopratuttto un atteggiamento che li porta sempre a giocare la partita. Dovremo essere bravi a contenerli, e soprattutto quando la palla l’avranno loro. E’ una squadra eccezionale, non dà riferimenti, ha iniziato il campionato sembrando una meteora e invece ha consolidato tutto quanto. Ha acquistato gente importante anche a gennaio, è imprevedibile. quadrata, sa palleggiare, sa andare in verticale. Merita la classifica che ha, e anche nelle flessioni ha conservato un rendimento molto costante”.

La formazione è fatta per buona parte, anche se rimangono alcuni dubbi da sciogliere, al netto del solito numero di defezioni da fronteggiare: “E’ da sempre che siamo in emergenza – Ma quelli che ci sono non fanno rimpiangere nessuno. Ovvio che per il tecnico avere a disposizone più frecce sarebbe meglio. Ci si potrebbe sbizzarrire, ma sono motlo soddisfatto e sereno perchè abbiamo preparato bene la partita. E’ vero che il Lecce è forte, ma io sto allenando una squadra eccezionale per tanti motivi e sono sicuro che faremo una grande partita. Questa squadra caratterialmente non ha mai sbagliato partita da quando sono tornato, e sono sicuro che non capiterà più”.

Il tecnico non è dunque intenzionato a cambiare molto, a parte alcune scelte forzate. Come quella del sostituto di Milic, ancora ai box per un trauma contusivo. “Ho diverse soluzioni – sia Tripaldelli che Firenze, ma sto anche pensando a Molina. Stessa cosa sul versante opposto “Sia Sampirisi che Valietti mi offrono abbondanti garanzie, ed anche in questo caso resta valida l’opzione Molina”. Stroppa può contare anche su numeri importanti per l’attacco: “Stanno tutti bene a parte Nalini e Pettinari- dice – ho Simy, Machach, Mraz, Kargbo e Nanni: due maglie per cinque scelte, non mi posso lamentare”.

.



In questo articolo: